dialoghi sulla felicità: incontri con gli autori

Giovedì 30 novembre

Auditorium Comunale – Piazza Dettori 8 – Cagliari

> ore 17 Reading “Piccoli esperimenti di condivisione” con Angelo Trofa

> ore 17:30 Presentazione e apertura del Festival

Alice Capitanio – Direttrice artistica del Festival

Luca Sorrentino – Presidente Compagnia B

Invitati:

Massimo Zedda – Sindaco del Comune di Cagliari

Giuseppe Dessena – Assessore PI, BBCC, Informazione, Spettacolo e Sport della Regione Sardegna

Paolo Frau – Assessore alla Cultura e Verde Pubblico del Comune di Cagliari

> ore 18 “Abitare la fragilità” – Incontro con lo psichiatra Eugenio Borgna

Nell’epoca storica in cui viviamo, la fragilità viene rifiutata alla stregua di un handicap e individuata come un ostacolo che porta con sé l’angoscia, la tristezza, e l’inquietudine. Ma senza l’ammissione della propria fragilità, non potrà esserci felicità, perché la fragilità e le emozioni che la compongono corrispondono a una parte essenziale della vita stessa. Libro di riferimento: Le parole che ci salvano (Einaudi, 2017)

> ore 19Amore, riconoscimento, felicità” Lectio Magistralis di Michela Marzano

Cosa cerchiamo di ottenere quando cerchiamo l’amore? Che cosa può darci la persona amata? Esiste veramente un legame tra amore e felicità? Partendo dalle relazioni genitori-figli e analizzando la grammatica dell’affettività, lo scopo di questa lectio sarà quello di capire che rapporto esiste tra amore e felicità cercando in particolare di spiegare non solo come non ci sia amore senza riconoscimento, ma anche come sia solo attraverso il riconoscimento di ciò che si «è» che è poi possibile accedere alla pienezza e alla gioia del vivere-insieme. Libro di riferimento: L’amore che mi resta (Einaudi, 2017)

> ore 20 “Eudaimonia: la felicità in greco” – Lectio Magistralis di Umberto Galimberti

E’ possibile costruire il senso della nostra vita, e quindi della nostra felicità, proprio a partire dall’idea della nostra morte? La ricerca del Daimon, della propria natura e vocazione, sarebbe solo l’estenuante caccia ad un fantasma? O conoscere se stessi è davvero il segreto della felicità? A partire da queste domande Il filosofo Umberto Galimberti fissa il proprio sguardo sui confini tra felicità e auto realizzazione disegnando una mappa che dall’antichità ad oggi fa emergere il desiderio umano di trovare senso e sicurezza in un progetto esistenziale da compiere. Libro di riferimento: I miti del nostro tempo (Feltrinelli, 2009)


Venerdì 1 dicembre

Auditorium Comunale – Piazza Dettori 8 – Cagliari

> ore 18 “In viaggio coi bambini” – Incontro con la giornalista e scrittrice Milena Marchioni

Direttamente dalla community di www.bimbieviaggi.it, il più letto family travel blog italiano, un incontro per raccogliere informazioni pratiche ed organizzarsi al meglio per partire sereni con figli al seguito. Per chi sogna di viaggiare felice ma teme che con un bambino non sia possibile, questo incontro sarà l’occasione per demolire uno a uno tutti i timori dei genitori. Libro di riferimento: Bimbi e viaggi: la guida completa per viaggiare sereni con i bambini.  

> ore 19Personaggi alla ricerca della felicità” Incontro con lo scrittore Alessandro Mari

Raccontare la ricerca della felicità attraverso i personaggi di una storia spietata e poetica, in cui i protagonisti lottano tra purezza e compromessi dell’anima, aspirando ad obiettivi che non raggiungeranno. Una riflessione su come il destino possa diventare una strada da percorrere in attesa che la vita ci regali qualcosa. Libro di riferimento: Cronaca di lei (ed. Feltrinelli, 2017)

> ore 20 “Tecniche antistress” Conferenza dello psicologo Giulio Cesare Giacobbe

Lo stress è la grande malattia del nostro tempo, che si manifesta nel corpo ma nasce nella mente traducendosi in pensiero compulsivo e contrazioni muscolari. In questo incontro verranno presentate semplici e brevi tecniche per rilassare la mente, applicabili in qualsiasi momento della giornata per zittire i pensieri e ottenere la serenità originaria. Libro di riferimento: Vademecum antistress (ROI edizioni, 2017)


Sabato 2 dicembre

Auditorium Comunale – Piazza Dettori 8 – Cagliari

ore 17 “Gioia di vivere e ‘normale infelicità” – Lectio Magistralis di Simona Argentieri

Freud ha scritto che la psicoanalisi non si prefigge di insegnarci ad essere felici ma solo di trasformare la sofferenza nevrotica in normale infelicità. Una ironica affermazione meno amara di quanto appare, perché riuscire a svelare le modalità inconsce del dolore ‘inutile’, auto-inflitto, può essere un eccellente contributo al benessere individuale e collettivo. Libro di riferimento: Stress ed altri equivoci (Einaudi, 2015)

> ore 18 “Hygge: bambini felici e genitori sereni” – Conferenza della scrittrice e giornalista Jessica Joelle Alexander

La Danimarca, anche grazie al suo modello educativo, risulta stabilmente in testa alle classifiche della felicità mondiale. Dopo aver individuato e studiato il metodo danese, la scrittrice ce lo racconta in un incontro dedicato alle regole base su cui costruire un rapporto tra genitori e figli, un rapporto improntato sul rispetto reciproco e in grado di evitare la maggior parte dei conflitti. Libro di riferimento: Il metodo danese per crescere bambini felici (Newton Compton, 2016)

> ore 19 “Infinite sfumature di felicità ”Incontro con Tim Lomas, docente di Psicologia Positiva della University of East London

Tim Lomas è l’ideatore del progetto «The Positive Lexicography Project” che raccoglie termini intraducibili, che descrivono uno stato d’animo o un’esperienza positiva in idiomi diversi. Un vocabolario della felicità, in continua evoluzione che raccoglie solo l’intraducibile e che esprime sensazioni positive. con l’obiettivo di far conoscere alle persone tutte le sfumature della felicità, perché le emozioni esistono, anche se la nostra lingua non ha ancora imparato a dar loro un nome. Libro di riferimento: The positive power of negative emotions (Piatkus -Little, Brown, 2016)

> ore 20 “La scienza del perdono”Incontro con lo scrittore Daniel Lumera

Negli ultimi anni si sono moltiplicati gli studi neuro-scientifici che hanno riconosciuto gli effetti benefici del perdono sul sistema circolatorio, immunitario e nervoso, confermandone l’importanza per la salute e la qualità della vita. È nata così la scienza del perdono, destinata ad avere un impatto sociale e educativo sempre maggiore e incidere positivamente sulla vita di ognuno di noi. Libro di riferimento: La cura del Perdono (Mondadori, 2016)


Domenica 3 dicembre

Auditorium Comunale – Piazza Dettori 8 – Cagliari

> ore 17 “Il magico potere della filosofia” Incontro con gli scrittori Andrea Colamedici e Maura Gancitano

La magia è l’arte di modificare la realtà? Non proprio. Il mago è colui che osserva meticolosamente il reale per comprenderne la forma, il senso e le direzioni future, ma forza di osservare il mondo ha finito con l’innamorarsene generando una mappa del reale che attiva il potere magico di agire creativamente. La filosofia è l’arte con cui è possibile conoscere e sviluppare questo magico potere. Libro di riferimento: Lezioni di meraviglia (Tlön, 2017)

> ore 18 “Green society”Incontro con lo scrittore Vittorio Cogliati Dezza

Un viaggio alla scoperta del nostro paese fotografato da Legambiente. Una mappa dell’innovazione sociale caratterizzata dalla contaminazione tra culture e obiettivi diversi, dove l’impegno ambientale e sociale si intrecciano con l’obiettivo di produrre cambiamento. Una nuova dimensione comunitaria che esprime bisogni e domande di consumo diversi, portatori a loro volta di un nuovo mercato possibile. Libro di riferimento: Alla scoperta della green society (Edizioni ambiente, 2017)

> ore 19 “La felicità dello spirito libero” – Lectio Magistralis del teologo Vito Mancuso

È vero che la felicità è effimera? Che se passa qualche volta, poi subito se ne va? O piuttosto siamo noi a non avere le idee chiare sulla sua essenza e a cercarla in modo sbagliato? “Felicità è un’attività dell’anima conforme a virtù”, diceva Aristotele, il che significa che quando l’anima è virtuosa attinge uno stato permanente di felicità, non legato all’altalena delle emozioni, ma radicato nell’autenticità della vita. Libro di riferimento:  Il bisogno di pensare (Garzanti Editore, 2017)


Lunedì 4 dicembre

Università di Sassari – Dipartimento Storia, Scienze dell’uomo e della formazione, Aula O, Via Zanfarino 62 – Sassari

> ore 17 “La felicità” – Lectio Magistralis di Salvatore Natoli
La felicità – si ritiene – comunemente – sia fatta di attimi intensi ma fugaci. È vero, ma non è tutto. Considerandola a fondo è molto di più: è frutto della virtù, da intendere, però, nel suo significato originario di perizia, abilità. Per essere felici bisogna perciò divenire virtuosi ma nel modo in cui lo si direbbe di un acrobata, di un grande pianista: di come lo si dice di tutti coloro che sanno trasformare le difficoltà in stimolo, il dolore in gioia, la fatica in bellezza. Libri di riferimento: La Felicità. Saggio di teoria degli affetti (Feltrinelli, 2003); La felicità di questa vita (Mondadori, 2001)


Lunedì 11 dicembre

Università di Sassari –Dipartimento Storia, Scienze dell’uomo e della formazione, Aula O, Via Zanfarino 62 – Sassari

> ore 17 “La ricerca della felicità” – Lectio Magistralis di Remo Bodei

La felicità non si può ottenere a comando. Non si può dire “sii felice!”, così come non si può dire “sii spontaneo!”. Come sosteneva Cechov, “la felicità è una ricompensa che giunge a chi non l’ha cercata”. Inseguita troppo, con parossismo e con insistenza, essa finisce per produrre effetti negativi. La felicità è quella che non abbiamo cercato e arriva come un dono accolto con gratitudine. Libro di riferimento: La filosofia nel 900 (e oltre) (Feltrinelli, 2015)


Mercoledì 13 dicembre

Auditorium Comunale – Piazza Dettori 8 – Cagliari

>ore 20 “AKASHA, la via all’indipendenza spirituale”-Incontro con  Cristina Vignato 

Un incontro dedicato ai Registri Akashici  che rappresentano la memoria universale, la Coscienza cosmica. Li possiamo immaginare come un’immensa biblioteca, un enorme hard disk, in cui è registrato e custodito tutto ciò che è emanato da una fonte di energia. Ogni essere, cosa, atto, pensiero, intenzione, parola, emanano un’energia di una determinata vibrazione, la cui informazione viene “archiviata” in quell’enorme banca dati. Ciascuna galassia, pianeta, pietra, oggetto, pianta, animale ha un proprio Registro Akashico, che contiene la registrazione della propria memoria evolutiva. Nei Registri è anche contenuta l’informazione del karma dell’individuo, della sua famiglia, della natura del suo personale cammino evolutivo, e delle connessioni karmiche che lo uniscono agli altri esseri umani, nonché dei patti animici, ovvero i patti che la nostra anima ha stipulato prima di incarnarsi. In questo incontro viene spiegato come leggerli e come consultarli per sé e per gli altri finalizzandoli alla crescita interiore e inserendoli in un contesto contemporaneo. Verrà spiegata l’importanza di riuscire ad accedere ai propri Registri per conoscere, o meglio riconoscere, le scelte fatte dalla propria anima e vivere in armonia. La tesi che si vuole sostenere è che la ritrovata connessione alla propria storia animica trasforma la percezione della vita dell’essere umano permettendogli di vivere in armonia con il Tutto. Libro di riferimento: AKASHA, la via all’indipendenza spirituale.


Giovedì 14 dicembre

Auditorium Comunale – Piazza Dettori 8 – Cagliari

> ore 18 “L’economia della felicità” – Incontro con l’economista Leonardo Becchetti

Circondati da ipermercati dove si vende di tutto a prezzi bassissimi, siamo arrivati alla felicità? Forse no, perché dall’economia non dipende solo il benessere delle nostre tasche, ma gran parte della felicità di tutti noi e, a lungo termine, la sopravvivenza del pianeta. Orientare le nostre scelte d’acquisto fa la differenza nel preservare e promuovere valori fondamentali come libertà, giustizia ed equità, valori che sono alla base di una vera felicità. Libro di riferimento: Capire l’economia in sette passi (Minimum Fax, 2016)

> ore 19 “Cosa resta di un’umanità fragile” Conferenza con il filosofo Leonardo Caffo

Negli slogan dominanti, la fragilità è l’immagine della debolezza inutile e antiquata, in realtà nasconde valori di sensibilità e delicatezza. È necessario mettere a disposizione gli strumenti filosofici che servono: una cassetta degli attrezzi con i quali montare e smontare i problemi che la vita di ogni giorno ci pone per diventare architetti della nostra esistenza e del nostro futuro. Homo Sapiens è in crisi: ciò che segue, o meglio chi seguirà, dipende da noi. Libro di riferimento: Fragile umanità. Il postumano contemporaneo (Einaudi, 2017)

> ore 20 “Dinamiche dell’iniziazione personale”Conferenza con Igor Sibaldi

Un incontro per scardinare l’idea univoca che l’iniziazione sia soltanto il modo in cui si celebra l’integrazione di un individuo a un gruppo, più o meno privilegiato. Esiste infatti un altro tipo di iniziazione che scaturisce da un modo strettamente personale di superare sé stessi e di diventare nuovi. Questa «iniziazione» personale è l’origine dei rituali iniziatici arcaici, dai quali si sono originati i rituali iniziatici ancora in uso. Libro di riferimento: I confini del mondo storie e dinamiche dell’iniziazione personale (Tlön, 2015)